Per ora niente algoritmo. Instagram ha messo in stand by l’aggiornamento che avrebbe riordinato i nostri feed in base alla rilevanza dei contenuti.
Intanto si moltiplicano gli appelli degli instagramer che chiedono ai follower di attivare l’opzione di notifica per non perdere i nuovi post. Ma farlo potrebbe rivelarsi controproducente sul luogo periodo, e adesso ti spiego perché.

 

We’re listening and we assure you nothing is changing with your feed right now. We promise to let you know when changes roll out broadly.

— Instagram (@instagram) 28 marzo 2016

 

Quando (e se) entrerà in funzione il nuovo algoritmo dovremo dire addio al feed cronologico a cui siamo abituati: saranno le nostre interazioni, commenti, mi piace, follow, a determinare l’ordine degli elementi. Sarà qualcosa di simile alla bacheca di Facebook. Qualche post andrà sicuramente perso, se non altro perché scivolerà così in basso che nemmeno il follower più paziente avrà voglia di scrollare fin laggiù.

Se le cose stanno così, la notifica relativa ai post sembra davvero la soluzione ideale: una volta attivata, ti avvisa quando l’account pubblica una nuova foto. L’instagramer è felice perché manterrà inalterata la media di cuoricini sotto i suoi scatti e il follower sarà ugualmente contento di non perdersi nessun contenuto potenzialmente interessante.

Ecco, mettiamoci per un attimo nei panni del follower.
Temendo l’imminente (?) arrivo dell’algoritmo, il follower fedele attiva l’opzione di notifica per tutti i suoi account preferiti. Quanti saranno? Cinquanta? Un centinaio o più? Teniamoci bassi e diciamo almeno una ventina. Venti account che pubblicano due o tre foto al giorno equivalgono a una sessantina di notifiche nell’arco di una sola giornata. Quanto tempo ci metterà il follower fedele per scocciarsi e disattivare tutte le notifiche? Te lo dico io: nel giro di una settimana ne avrà abbastanza (e probabilmente anche la batteria del suo telefono sarà dello stesso parere). 

Che tu sia un instagramer con la i maiuscola, un brand o un cazzaro qualunque come la sottoscritta, non vorrai certo essere associato a qualcosa di fastidioso nella mente dei tuoi follower e potenziali clienti. Sarebbe controproducente per la tua attività.

Allora, invece di supplicare per l’attivazione delle notifiche, chiedi a chi ti segue di mettere mi piace alle tue foto, di commentare. Stimola l’interazione, perché è quella che verrà premiata dall’algoritmo quando entrerà in uso.