Qual è la grande differenza tra radio e podcast? La radio trasmette programmi a determinati orari della giornata e se non ti sintonizzi in tempo, ciao. I podcast invece, una volta messi online, restano lì, sempre a disposizione di chi li vuole ascoltare.

Ecco spiegato perché gli auricolari del mio iPhone sono spesso impegnati a riprodurre podcast. 
 
Ma non è solo una questione di reperibilità: c’entra soprattutto la qualitàIl panorama del podcasting italiano è in crescita e, sapendo dove cercare, si trovano programmi davvero ottimi. 
Io ti consiglio i miei preferiti:
  • Ricciotto – il punto di vista di chi il cinema lo vive e lo vede per passione
  • Digitalia – l’informazione per il cittadino digitale
  • Tutto tranne il calcio – l’alta cultura a basso costo
  • FantascientifiCast – podcast di fantascienza e cronache della galassia
  • Il Disinformatico – consigli, avvisi e trucchi per vivere indenni i rischi del web
  • Tizzoni d’inferno – il mondo del fumetto raccontato da Tito Faraci e da ospiti d’eccezione
  • Come sopravvivere alla musica – storie di fallimenti nel campo della musica che hanno portato a successi più grandi
  • Easy Apple – approfondimenti e novità dall’universo Apple
  • Scientificast – la cultura scientifica spiegata in modo divertente e rigoroso
  • Coccinelle – il podcast delle cose belle
  • Continue? – dagli anni ’80 a oggi attraverso i videogiochi
  • Il dado incantato – giochi da tavolo ed esperienze ludiche
  • Tech Mind – un commento tecnico sui fatti e le novità tecnologiche e del web
  • Fumble – primo podcast italiano di live-play di Edge of the Empire, FATE, Pathfinder, Dungeon World e Dungeons & Dragons
  • Prima Pagina – rassegna stampa e commento dei quotidiani del giorno
  • Chaki Chaki – podcast di musica caci
E tu? Quali sono i podcast che ti accompagnano lungo la giornata, dal viaggio in treno fino al meritato riposo stravaccato sul divano?