Illustrazione di Norman Rockwell

Come Norman Rockwell usava la fotografia per realizzare le sue illustrazioni

Norman Rockwell non disegnava a mano libera. Il suo processo creativo cominciava da una fotografia che Rockwell prendeva come guida e punto di riferimento per l’illustrazione.

Bozzetto che mostra la tecnica di Norman Rockwell.

Per realizzare lo scatto era solito rivolgersi ad un certo numero di fotografi selezionati, ma era lui, Rockwell, a curare ogni dettaglio della composizione. I suoi modelli erano amici e vicini di casa, abitanti della cittadina di Stockbridge nel Massachusetts, dove Norman Rockwell si stabilì definitivamente dopo una lunga serie di traslochi.

Scattata la fotografia, Rockwell la prendeva a modello, seguendone fedelmente i tratti e distaccandosi dall’immagine in altri punti. Così realizzò per le riviste e le agenzie pubblicitarie che gliele commissionavano, dipinti e illustrazioni memorabili, tanto apprezzati dal pubblico per il “realismo romantico” che infondevano quelle semplici scene di vita americana unite al tratto ironico quasi da fumetto.

L’uso della fotografia da parte di Norman Rockwell è oggetto del libro Norman Rockwell: Behind the Camera.

Non perdere nemmeno una briciola

Ricevi i nuovi articoli via mail