Lettere da Babbo Natale di J.R.R. Tolkien

Le lettere in cui J.R.R. Tolkien si fingeva Babbo Natale

Prima del Signore degli Anelli e prima anche dello Hobbit, Tolkien creò per i propri figli la vivace immagine della casa di Babbo Natale.

Ogni anno, sotto le feste, Tolkien incoraggiava i suoi bambini – John, Michael, Christopher e Priscilla – a scrivere una letterina a Babbo Natale. Tolkien stesso rispondeva alle lettere impersonando Babbo Natale e raccontando avventure e disavventure capitare lassù al Polo Nord: la fuga delle renne, i guai combinati dall’Orso Polare, i bisticci con i goblin…

Le lettere da Babbo Natale arrivavano affrancate dalle Poste Polari. Erano scritte a mano su carta bianca e piene d’illustrazioni, anch’esse realizzate da Tolkien, che anche a disegnare non era niente male.

Tutto iniziò nel 1920, quando John, il primogenito, aveva tre anni. Poi gli scambi di lettere divennero una tradizione di casa Tolkien andata avanti per 22 anni.

Le Lettere da Babbo Natale di J.R.R. Tolkien sono pubblicate in Italia da Bompiani. Ve le consiglio per questo periodo di feste.

Buon Natale! 🎅🏻

💌

Non perderti nemmeno una briciola, ricevi i nuovi articoli via mail.

Ti contatterò soltanto quando sul blog ci sarà qualche novità.

Leggi l'Informativa sulla privacy, qui non ci sono spam o tracciamenti.